Involtini di verza con riso integrale

Involtini di verza con riso integrale - Cristina Inzinza per Molino Peila
La ricetta in breve

Difficoltà: Bassa
Preparazione e cottura: 30 minuti
Ingredienti per: 4 involtini

Lista della spesa

1 bicchiere di riso integrale
4 foglie di verza
50 g provola affumicata o fresca
1 scalogno 
1 carota
olio q.b.
sale e pepe q.b.
spago da cucina

Imparare a mangiare sano è un modo per volersi bene tutti i giorni.
La Dott.ssa Cristina Inzinza ci racconta le proprietà benefiche del riso integrale e ci propone una ricetta semplice e colorata!

Preparazione

Scegliete le foglie più belle della verza (quelle esterne potete aggiungerle al minestrone).

Lessate il riso in abbondante acqua salata e scolate.

Eliminate dalle foglie di verza il gambo centrale, per tagliarlo e aggiungerlo al fondo di cottura degli involtini.

Sbollentate le foglie per circa 5 minuti e lasciatele raffreddare, formate gli involtini arrotolando le foglie dall'esterno verso l'interno con un cucchiaio di riso e un bastoncino di provola al centro e legate con spago da cucina.

Rosolate uno scalogno, una carota e i gambi della verza con olio e sale per circa 5 minuti, a questo punto adagiate gli involtini, aggiungete una tazzina d'acqua e lasciate cuocere a fiamma bassa con coperchio per circa 15 minuti.

Se lo preferite, potete cuocere gli involtini in forno.

Per la realizzazione di questa ricetta, ringraziamo la Dott.ssa Nutrizionista Cristina Inzinza.


Parola alla nutrizionista

Il riso integrale vanta un maggior apporto di fibre, minerali, vitamine del gruppo B e acidi grassi essenziali, presenti nel germe.

Il suo più basso indice glicemico rispetto al riso bianco lo rende adatto a chi soffre di sindrome metabolica, insulino resistenza e ovaio policistico.

Il mio consiglio per sfruttare al meglio le proprietà di questo nobile alimento è quello di lasciarlo in ammollo per circa 6-8 ore prima della cottura, in modo da ridurre l'eventuale presenza di composti antinutrienti come i fitati che, riducendo la biodisponibilità degli altri nutrienti, impedirebbero di fatto al nostro organismo di assimilare le vitamine e i minerali presenti in questo cereale.


Cristina Inzinza - Dott.ssa Nutrizionista

Mi occupo di nutrizione e sono fermamente convinta che ognuno di noi, con criterio e consapevolezza, sia in grado di fare le giuste scelte. Conoscere gli alimenti, i processi di produzione e le loro proprietà, è un buon punto d'inizio per imparare a mangiare bene, seguire la stagionalità e limitare gli sprechi.